UFFICIALE il Ryzen ThreadRipper 3 ed il Ryzen 9 3950X

di Claudio Stoduto 0

AMD ha ufficialmente aggiornato la propria gamma di processori dedicati al mondo degli utenti consumer con due modelli interessanti e da tenere assolutamente in piena considerazione. Parliamo del nuovo Ryzen 9 3950X e del nuovo Ryzen ThreadRipper di terza generazione.

Partiamo dal primo citato, il Ryzen 9 3950X. Si tratta di un processore che abbiamo già avuto modo di conoscere dopo l’anticipazione da parte dello stesso produttore nel corso dell’estate che è appena trascorsa. Si tratta della CPU che viene venduta come la più potente sul mercato per i computer desktop o da gaming con delle performance che rasentano la perfezione. Si avranno a disposizione la bellezza di ben 16 core dotati del supporto alla tecnologia SMT in grado di sfruttare al meglio i 32 thread logici. Le prestazioni aumentano di circa il 22% in single modalità thread rispetto solo alla precedente generazione dei Ryzen 7. La frequenza base di lavoro è stata impostata sui 3,5 GHz che potranno essere poi portati ad una massima di 4,7 GHz nella modalità boost. Per quanto riguarda invece il supporto alle memorie, non c’era nemmeno da chiederselo ma è giusto confermarlo, c’è il supporto alle DDR4 Dual channel. Mentre per quanto riguarda il TDP si attesta sui 105 W ma con una modalità ECO che permette di impostarlo anche a 65 W. Il prezzo ufficiale di vendita è di ben 749 dollari con una disponibilità che partirà dal prossimo 25 novembre 2019.

Ryzen ThreadRipper 3

Spostiamoci ora sul nuovo Ryzen ThreadRipper di terza generazione che abbiamo imparato a conoscere per fama nel corso di queste settimane. Siamo alla serie 3000 che porta con sé la grande novità del processo produttivo a 7 nanometri. I modelli lanciati sono due, il 3970X e il 3960X che saranno dotati di 32 e 24 core rispettivamente mentre per quanto riguarda i thread siamo a 64 e 48 nel secondo modello. Le frequenze di base differiscono leggermente con il modello ‘70 che parte da una base di 3,7 GHz fino ad un Boost di 4,5 GHz mentre il ‘60 opera a partire da 3,8 GHz fino ad un massimo di 4,5 GHz. Tutta nuova anche la piattaforma TRX40 ed il socket sTRX4 di cui sono dotati che permettono, fra le altre cose, anche un incremento prestazioni le generale del 54% rispetto al processore Core i9 9980X di Intel durante uno stress test. Per i prezzi si partirà da 1999 dollari per scendere a 1399 dollari nel modello più “economico”. Purtroppo non sono state date delle conferme in merito alla disponibilità generale.

Voi cosa ne pensate? Faranno fare un bel salto in termini di prestazioni ad AMD in questo finale di anno?

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.
SEGUICI E RESTA AGGIORNATO!
 
close-link