Qualcomm supporterà Sifive, alternativa open source a ARM

di Giuseppe La Terza 0

Sifive

ARM è ormai da anni uno dei leader quando si tratta di set di istruzioni per i processori, tanto che attualmente non ci sono veri concorrenti, almeno fino ad ora. Sifive è una startup che utilizza il set di istruzioni open source RISC-V per i suoi SoC.

L’ultimo round di raccolta fondi della compagnia californiana è stato un incredibile successo, tanto da raggiungere la cifra di 65,4 milioni dollari, per un finanziamento totale di più di 125 milioni di dollari. La cosa più interessante è che tra gli investitori c’è Qualcomm.

Qualcomm è da tempo uno dei maggiori clienti di ARM, quindi vederli finanziare una diretta concorrente è sicuramente molto interessante. Certo, l’architettuta RISC-V non può ancora competere con quella ARM per quanto riguarda i processori per smartphone, ma i chip RISC-V stanno diventando sempre più diffusi su dispositivi IoT, smartwatch, dispositivi di rete e indossabili.

Al momento RISC-V non è una vera minaccia per ARM, ma la rapidità dello sviluppo di RISC-V potrebbe essere un campanello di allarme.

Sifive

Siamo ansiosi di vedere cosa sarà in grado di fare SiFive in futuro, e se anche altri big del settore decideranno di investirci, ma ci aspettiamo che anche altre aziende spingeranno presto verso questa alternativa open source.

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.
SEGUICI E RESTA AGGIORNATO!
 
close-link