Lenovo mostra il primo PC foldable

di Claudio Stoduto 0

Il mondo dei dispositivi foldable sta letteralmente emergendo in questa prima fase dell’anno con gli smartphone che hanno fatto da apripista prima e con i computer che potrebbero seguirli a ruota nel corso dei prossimi mesi. Non parliamo a caso o per sentito dire, ma grazie a Lenovo che ha mostrato quello che potremmo tranquillamente definire come il primo concetto di questa nuova categoria di laptop pieghevoli che potrebbero rappresentare il futuro della categoria.

Sappiamo da sempre come l’indole della stessa azienda sia quella di sperimentare, provare ad ottenere qualche cosa di nuovo e diverso rispetto al mercato. Lo avevo capito da tempo con l’inizio di quella che era la serie di ThinkPad per poi ammirare più da vicino i vari Yoga con l’esperimento (riuscito o meno sta a voi decidere) dello Yoga Book e quel concetto di ultra leggero e super portatile.

Ma torniamo al piccoletto che tanto sta facendo impazzire il Web. Si tratta di un dispositivo che verrà inserito all’interno della famiglia dei ThinkPad X1. Per farla breve si tratta di quella categoria di prodotti di fascia alta ma allo stesso tempo con delle specifiche differenti dai normali computer in commercio oggi. Entrando più nel dettaglio del prodotto in sé per sé, il concetto sfruttato e ripreso è il medesimo di quello visto sia sul Huawei Mate X e sia sul Galaxy Fold di Samsung. L’unica grande differenza in questo caso è quella di avere un display decisamente più grande e quindi di maggiore impatto finale su quella che è la resa d’uso. Si tratta infatti di un 13 pollici di diagonale di tipo OLED che avrà a disposizione una risoluzione pari al 2K. Secondo quanto viene poi riportato si tratta di un pannello realizzato da LG e che oltre a queste caratteristiche dovrebbe anche includere il supporto alla penna per poterci scrivere e prendere appunti ad esempio in maniera semplice e naturale.

Con questo prodotto Lenovo sta cercando di cambiare la propria visione in generale del mondo dei computer cercando di ottenere quello che forse un po’ tutti gli utenti hanno sempre sperato potessero diventare gli smartphone di oggi. Parliamo ovviamente della possibilità di avere a disposizione un computer in dimensioni ultra portatili che possa, all’evenienza, poter diventare un tablet o una macchina da lavoro senza troppi compressi del caso.

Quando lo vedremo? Maggiori dettagli sembrano poter arrivare nel corso del 2020. Per cui quanto visto ad oggi non è altro che un assaggio del futuro a cui dovremmo andare in contro nel corso degli anni a venire.

E voi cosa ne pensate? Sarà realmente così il futuro di questo settore? Fatecelo sapere qui sotto nei commenti.

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.
SEGUICI E RESTA AGGIORNATO!
 
close-link