Snapdragon 665, 730 e 730G: arrivano i primi benchmark

di Claudio Stoduto 0

Dopo i vari annunci di lancio nella serata di ieri, sono arrivate quelle che sono le prime vere informazioni relative ai nuovi processori Snapdragon di Qualcomm che andranno ad equipaggiare i dispositivi della fascia media del mercato. Parliamo ovviamente dei nuovissimi Snapdragon 665, Snapdragon 730 e 730G.

Tutti volevamo più chiarezza sui dispositivi e più nello specifico su quello che riguarda più da vicino il potenziale da esprimere sotto sforzo come ad esempio nella realizzazione di un test benchmark. Non a caso arrivano i primi dettagli grazie ad AnTuTu che riesce quindi a fare un minimo di chiarezza in più anche in merito a quello che è il confronto con gli altri modelli.

Partendo dal nuovo Snapdragon 730G, notiziamo come in questo caso il salto rispetto alla generazione precedente, quindi lo Snpadragon 710, è quasi abissale. Il punteggio parla chiaro con 86915 punti realizzati dal nuovo modello che sono circa 20000 in più rispetto alla CPU che oggi vediamo montata su prodotti come i nuovi Oppo Reno. Qui grande impatto lo potrebbe aver avuto anche l’introduzione di una più complessa ed articolata AI che fa differire questa variante G dal modello Snadragon 730 classico. Viene mostrato in comparazione anche quest’ultimo citato che, a differenza del suo fratello più potente, si ferma ad un limite inferiore di circa 4000 punti. Si parla comunque sempre di un abisso rispetto alla generazione 700 precedente, ma comunque meno di quello che forse ci si poteva aspettare. Lo score generale poi non è da tenere poco in considerazione visto che siamo, per il modello 730G, a 222538 punti che lo piazzano molto vicino anche al vecchio top di gamma come lo Snapdragon 845. La differenza dove sta? Nel processo produttivo ad 8nm che parrebbe fare molto la differenza, specie in questi dispositivi. E lo Snapdragon 665? Non vi preoccupate, è stato preso in esame anche lui ed ha realizzato un punteggio “particolare”. Sono stati totalizzati infatti 57939 punti che lo piazzano sotto al vecchio Snapdragon 660 di ben 10000 punti e molto lontano dai 125092 punti dello Snapdragon 670. Questo vuole semplicemente dire che forse Qualcomm ha riassettato la sua fascia intermedia spostando la potenza concreta sulla linea 700 e lasciando ad altri scopi la linea 600, almeno da questi primissimi test effettuati.

Attendiamo altre conferme prima di procedere oltre con le considerazioni, ma soprattutto con i primi veri test grazie anche ai primi smartphone che speriamo di vedere il prima possibile con almeno uno di questi tre nuovi processori. Il più interessante rimane comunque ancora lo Snapdragon 730 secondo noi.

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.
SEGUICI E RESTA AGGIORNATO!
 
close-link