Huawei: arrivano le nuove cuffie FreeLace e Freebuds Lite

di Claudio Stoduto 0

Nella giornata di ieri Huawei ha deciso non soltanto di presentare la sua nuova gamma di smartphone di punta, ma anche una serie di accessori extra che sono risultati comunque molto interessanti e che secondo noi vanno a completare un po’ la gamma di prodotti offerti dal colosso cinese.

Abbiamo visto gli orologi e le varie band sportive, ma sappiamo anche molto bene che ormai il mondo tecnologico punta moltissimo anche sulla questione legata all’audio ed alla sua riproduzione. Non ci suona strano che Huawei, così come altri produttori orientali, si siano buttati a capofitto in questo settore dopo il lancio delle AirPods da parte di Apple, ormai più di due anni fa. Detto questo abbiamo già visto alcuni modelli di cuffie, non tutti eccezionali e questo va detto, da parte di Huawei che però ha in parte deciso di rinnovare il suo parco prodotti per mostrare al pubblico qualche cosa di diverso e nuovo per alcuni aspetti. Sono state quindi lanciate le nuove Huawei FreeLace e le Freebuds in versione Lite che adesso analizziamo più nello specifico.

Partiamo dalle prime citate, le FreeLace, che in molti hanno definito come ispirate alle Beats X di Apple. Si tratta di un paio di auricolari in-ear che sono molto orientate al mondo sportivo e che quindi strizzano l’occhio a quel genere di utente. In tal senso quindi sono state studiate in maniera che non vi possano cadere proprio durante l’attività sportiva e che possano rimanere ben salde alle orecchie dell’utente grazie a due “pesi” creati in prossimità di quella che dovrebbe essere la zona di appoggio sul collo. In realtà questi non sono altro che da un lato i comandi per controllare il volume, far partire l’assistente vocale ed altro mentre sul lato sinistro abbiamo quella che è la batteria di questo dispositivo. Molto particolare ed interessante il sistema di ricarica previsto che sfrutterà una porta USB di tipo C presente già sulla cuffia e ben nascosta senza doverci quindi ricordare a tutti i costi di portare dietro un cavo per la ricarica o la trasmissione di file. Già perché anche questo modello permetterà di poter andare ad inserire al suo interno delle canzoni da riprodurre offline senza dover aver bisogno quindi del dispositivo per funzionare correttamente. Si parla di 4 ore di riproduzione continua per cui abbiamo una resa che alla fine è molto simile a quella offerta sul mercato da un po’ tutti i concorrenti. Verranno messe in vendita nelle prossime settimane ad un prezzo non ancora ufficializzato e nelle colorazioni Black, Amber Sunrise, Emerald Green, and Moonlight Silver.

Dopo il lancio della scorsa settimana delle AirPods 2 di Apple non ci stupisce vedere sul palco di Huawei anche un modello true wireless di cuffie, ma queste nuove FreeBuds Lite sembrano essere decisamente più interessanti di tutte quelle viste sino ad oggi. Siamo infatti davanti ad un prodotto che non ha puntato solamente sull’ispirazione al modello di Apple, ma ha cercato di migliorarlo e renderlo più completo. Anche in questo caso si tratta di un paio di cuffie in-ear (purtroppo) che si ripongono e ricaricano dentro il loro case di piccole dimensioni. La grande novità consiste nella durata di questo prodotto che arriverà fino a ben 12 ore, un numero mai sentito per un dispositivo di questa categoria. Ovviamente andrà tutto verificato in fase di test, ma sicuramente è una di quelle novità che in molti attendevamo proprio per la natura di questo genere di cuffie. Ma non finisce qui visto che sono anche certificate come IPX4 il che vuol dire semplicemente che saranno resistenti all’acqua ed al sudore. Via quindi a quei problemi che alcuni utenti avevano riscontrato con il prodotto di Apple proprio in fase di utilizzo per lasciare spazio qui ad un accessorio con, esagerando, potremmo anche correre sotto una pioggia fitta e battente. Prezzo? Attenzione attenzione, si parla di 119 euro anche per il mercato europeo con una commercializzazione che dovrebbe arrivare nel corso delle prossime settimane e non tardare più di tanto.

E voi cosa ne pensate?

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.
SEGUICI E RESTA AGGIORNATO!
 
close-link