Mi Band 4: arrivano le prime certificazioni del Bluetooth 5.0 ed NFC

di Claudio Stoduto 0

Non sembra passato così tanto tempo eppure la Mi Band 3 di Xiaomi è in vendita ormai da più di qualche mese tanto che si inizia a parlare della sua possibile sostituta. La Mi Band 4 non è utopia, ma è già nei piani della società cinese e le conferme sono arrivate proprio in queste ore grazie ad una serie di certificazioni che sono state ottenute proprio dalla nuova band.

Ad oggi si conosce ben poco di questo dispositivo ma abbiamo visto come negli anni sia stata praticamente fondamentale nella diffusione dei prodotti di questo genere divenendo in poco tempo una delle fitness band più apprezzate ed amate dagli utenti. Dal modello iniziale imperfetto e non troppo preciso, oggi siamo arrivati ad avere un bel display con addirittura le notifiche del nostro smartphone.

Il futuro va in un’altra direzione al momento e parla chiaro verso quelle mancanze che tutti quanti noi avevamo imputato ancora una volta al modello 3 prodotto da Xiaomi. Essendo più specifici la nuova Mi Band 4 ha appena ottenuto due certificazioni molto importanti e che dovrebbero farci ben sperare per il futuro. Stiamo facendo riferimento al Bluetooth 5.0 e, soprattutto, al supporto NFC. Per quanto riguarda la prima tecnologia era finalmente anche ora così da poter ridurre ancora di più i minimi consumi e soprattutto affacciarsi verso quel genere di connessione futuristica che tutti vorremmo vedere sugli smartphone oggi in commercio. All’atto pratico i benefici del Bluetooth 5.0 sono diversi per gli utenti per cui ben fatto Xiaomi da questo punto di vista. Parlando invece del supporto ad un modulo NFC, qui si inizia ad aprire uno scenario estremamente interessante e più che mai da tenere in considerazione nell’ottica dei potenziali pagamenti senza l’uso di una carta fisica. Era da tempo in realtà che intorno a Xiaomi aleggiava questa ipotetica caratteristica per la Mi Band, ma le conferme era state minime e quasi ridotte all’osso come si suol dire. Certamente sarebbe una bella novità ma bisognerebbe capire poi come sarà il supporto soprattutto legato ai metodi di pagamento. Google Pay non parrebbe essere una soluzione al momento con Mi Pay che di contro invece potrebbe essere più facilmente integrato circoscrivendone però il suo utilizzo. Infatti il servizio di Xiaomi al momento è attivo solamente in Oriente e non ci sono né voci e nemmeno delle possibili e concrete conferme nel vederlo arrivare anche qui in Europa nel giro di pochissimi mesi.

Insomma dal non parlarne quasi per niente ad una completa e concreta quasi scheda tecnica. Mancano ancora tanti e forse troppi dettagli come la batteria e la dimensione del display, ma le novità di cui abbiamo parlato oggi potrebbero significare anche molto per un prodotto di questo genere e la sua fascia di mercato. Ora bisognerà vedere se Xiaomi non castrerà il prodotto al di fuori della Cina e se si potranno quindi sfruttare tutte le sue funzioni. Non ci sono dettagli su una possibile presentazione già nel giro di qualche giorno, ma siamo certi che sicuramente ne sapremo di più nel corso delle prossime settimane.

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.
SEGUICI E RESTA AGGIORNATO!
 
close-link