Trapelano le specifiche del nuovo Samsung Galaxy Watch Active

di Claudio Stoduto 0

Torniamo a parlare di Samsung e di una delle tante novità che vedremo durante il prossimo evento del 20 febbraio ormai prossimo. La società coreana ha fatto da tempo sapere, tramite delle indiscrezioni trapelate, che si tratti di un evento decisamente ricco di dispositivi e che non si limiterà quindi nel mostrare al mondo il nuovo Galaxy S10.

Giusto in questi giorni abbiamo nuovamente parlato delle nuove Galaxy Buds, la terza generazione delle cuffie wireless di Samsung, anche esse in arrivo durante il prossimo evento. Oggi invece torniamo a parlare degli smartwatch che, ricordiamo, non saranno più marchiati Gear per il passaggio completo alla famiglia Galaxy.

Originariamente si parlava del possibile arrivo di un ipotetico Samsung Galaxy Watch Sport, ma oggi sono emersi nuovi dettagli riguardanti sia la scheda tecnica che il nome dell’orologio in questione. Prima di tutto è emerso, con tanto di logo dedicato, che il nome cambierà rispetto alle aspettative e sarà più semplicemente Samsung Galaxy Watch Active.  Questo cambiamento potrebbe significare, come no, una minore dedizione a quello che potrebbe essere il mondo dello sport in generale oltre che quello legato più da vicino all’attività fisica ed al benessere del proprio corpo. In secondo luogo poi sono emerse quelle che potrebbero facilmente essere le specifiche tecniche di questo dispositivo che si baserà ancora una volta su Tizen OS nella versione 4.0.0.3. Il display dovrebbe essere realizzato con un pannello da 1,3 pollici di diagonale con una risoluzione 360 x 360 pixel ed un aspetto rotondo per proseguire su questa linea imposta da Samsung ormai da diversi anni. A bordo troveremo poi un processore Exynos 9110 di ultima generazione che dovrebbe garantire delle ottime performance in ogni situazione oltre che una migliore gestione dei consumi energetici. Già perché pare che Samsung stia pensando di lanciare anche una versione dotata di modulo LTE integrato il che renderebbe effetivamente questo smartwatch sempre connesso e quindi esoso in termini energetici. Speriamo quindi che da questo punto di vista la batteria da 230 mAh possa bastare per garantire almeno un uso continuativo di NFC che quindi renderebbe il dispositivo compatibile con Samsung Pay per i pagamenti elettronici in mobilità. Per il resto attendiamo a questo punto delle conferme in merito a quello che potrà essere il design finale del dispositivo con la speranza che possa andare sicuramente ad inserirsi in un mercato in cui Apple, con i suoi Apple Watch, ad oggi domina senza ombra di dubbio.

Secondo noi per Samsung potrebbe essere una buona mossa quella di presentare oggi questo genere di prodotto. Certo la vendita abbinata al nuovo Galaxy S10 potrebbe incentivare non poco gli utenti che così potrebbero anche provare due prodotti in un colpo solo. Allo stesso tempo però notiamo come la società stia cercando di creare una sua gamma di orologi sempre più vasta e variegata che possa quindi andare a competere in ogni singolo settore di mercato. Che sia quindi un ambito sportivo o più elegante non dovrebbe fare molta per la società coreana che rischierebbe quindi di avere un prodotto indossabile adatto ad ogni esigenza del singolo utente.

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.
SEGUICI E RESTA AGGIORNATO!
 
close-link