Digital Civility Index: il 2018 è stato un anno virtualmente civile!

di Nikolas Pitzolu 0

Il report annuale di Microsoft parla chiaro: il mondo di internet nel 2018 è stato più rispettoso delle relazioni virtuali tra gli utenti.

Ogni anno Microsoft svela i dettagli che riguardano la campagna Digital Civility Index, ovvero il massimo grado di “civiltà” che le relazioni tra utenti sul campo di battaglia virtuale ha raggiunto in tutto l’arco dell’anno precedente.

Tra tutte le rilevazioni che ora andremo ad elencarvi brevemente, il risultato complessivo è che il 2018 sia stato un anno leggermente più rispettoso, più umano e più civile di quello precedente. Per il risultato viene presa in considerazione una scala da 0 a 100 con il valore più basso che indica una migliore performance:

  • Anno 2017: 68 punti;
  • Anno 2018: 66 punti.

Questo report effettivamente tiene in considerazione del comportamento degli utenti, del loro stato d’animo e di tutto ciò che succede nell’attualità di un determinato Paese, molto spesso sentore di influenza verso i cittadini che lo abitano. A proposito, i paesi interessati dalla ricerca sono 22 in tutto il Mondo, Italia compresa.

Alcuni paesi hanno avuto un tasso stabile, mentre per altri è crollato sia da una parte che dall’altra. In particolare in America il risultato è stato eccellente con l’abbassamento di 10 punti. Tra le altre cose è emerso anche che alcuni utenti stanno cercando – e riuscendo – a staccarsi dal proprio avatar non-reale che vive in maniera virtuale sui Social, pensando più a ciò che gli gira attorno in forma reale.

Per quanto riguarda ciò che ci interessa – l’Italia – si classifica al nono posto per essere riuscita ad essere più rispettosa nei confronti del nostro interlocutore virtuale. Infine, ecco le parole del direttore del ramo Research di Microsoft che si è occupata di supervisionare la ricerca:

Anche quest’anno il Microsoft Digital Civility Index offre uno spaccato sui comportamenti che gli Italiani hanno in relazione alle principali minacce online. Se da un lato registriamo ancora dati preoccupanti su un uso errato degli strumenti digitali, con l’aumento del fenomeno delle fake news, dall’altro vediamo crescere soprattutto tra i più giovani una maggiore consapevolezza di questo tipo di problematiche ed emergere la buona prassi del rivolgersi a persone esperte per chiedere loro aiuto. Giornate come il Safer Internet Day contribuiscono a sensibilizzare tutti sui comportamenti corretti da tenere online. Siamo costantemente impegnati per promuovere nel nostro Paese un uso attento delle nuove tecnologie e di Internet, affinché gli Italiani di tutte le età imparino ad usare il digitale con grande consapevolezza delle opportunità e dei rischi connessi.

Fonte: Microsoft

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.
SEGUICI E RESTA AGGIORNATO!
 
close-link