Galaxy S10: via alla produzione con versioni 4G fino a 1000 GB!

di Nikolas Pitzolu 0

Samsung è certa del suo lavoro e ha consegnato il progetto Galaxy S10 per avviarne la sua produzione di massa, vediamo insieme cosa comprenderà il nuovo smartphone del decennale!

Ormai sappiamo talmente tante cose che Samsung potrebbe risparmiarsi anche la conferenza di presentazione di Galaxy S10. Chiaramente è un azzardo perché lo show ci servirà per mettere i puntini sulle i, tutto ciò che non è trapelato, prezzi ufficiali, tipo di disponibilità e in che paesi verrà introdotta la versione Exynos e in quali Qualcomm.

Dalla Corea del Sud arrivano delle notizie interessanti circa la produzione di massa già iniziata il 25 gennaio e che, tra le altre cose, nelle uniche unità che si stanno producendo ci sono solo le varianti 4G! Il Galaxy S10 5G ovviamente non è cancellato, è solo posticipato rispetto alla linea principale perché la copertura 5G ancora non esiste e impiegherà più di qualche mese per entrare completamente in funzione. Poi dipende da ogni paese e dagli operatori che forniscono il servizio nel territorio.

Finalmente poi le notizie sono unanimi nell’affermare che in tutti e tre gli smartphone Galaxy S10 (se ci fosse anche S10 Mini) sarà installato un sensore delle impronte digitali al di sotto del display Oled, con tanto di tecnologia ottica.

Curioso come l’azienda Sud Coreana – per Galaxy S10 ed S10+, non abbia scelto Synaptics (con cui aveva avviato una collaborazione quando i primi sensori si sono affacciati sul mercato) ma Qualcomm. Invece per il Galaxy S10 Mini – se ci sarà – sarà scelto un sensore di un brand “generico”, probabilmente sarà ancora Synaptics.

Sempre la stessa fonte ha affermato che sono anche confermate le 3 fotocamere per i modelli di punta, invece Galaxy S10 Mini potrebbe avere una Dual Camera. Infine, una breve menzione anche per Galaxy F, cui la stessa fonte afferma che farà le veci sia di un Tablet sia di uno smartphone, passando da 7 pollici quando è “aperto” a 4 pollici quando sarà “chiuso”. Il problema purtroppo sarà il prezzo, 1800 dollari! E sappiamo bene che in Europa, in alcuni paesi, potrebbe sfiorare i 2000 euro per via di tasse e tributi all’erario: Italia docet!

Insomma, l’innovazione si paga e va da se che almeno inizialmente Samsung proporrà questi prezzi. Tra le altre cose il presidente di Samsung Mobile ha detto chiaramente che farà del suo meglio per soddisfare le aspettative dei consumatori e farà in modo di farsi perdonare per l’eccessivo ritardo relativo al lancio del primo smartphone pieghevole. E in effetti come dargli torto, se ne parla da anni, anni e anni!

Tra poco sapremo davvero tutto, evento fissato per il 20 febbraio a San Francisco, protagonisti Galaxy S10 e Galaxy F!

Fonte: devicespecifications

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.
SEGUICI E RESTA AGGIORNATO!
 
close-link