Amazon Scout: il robot a sei ruote che consegna a casa

di Claudio Stoduto 0

Sta facendo letteralmente il giro del mondo l’ultima folle creazione di Jeff Bezos e del suo team di lavoro in Amazon per quanto riguarda le consegne a domicilio automatizzate degli ordini fatti sulla piattaforma di shopping online.

Nel corso di questi anni abbiamo assistito alla presentazione di droni e mille altre soluzioni che sono state quasi spesso prese, testate e poi sfruttate quasi come mosse pubblicitarie piuttosto che per test completi e reali. Di fatto però va detto che Amazon sta cercando di migliorare ulteriormente la sua possibilità di cercare di ottimizzare il flusso di spedizioni attraverso un metodo completamente automatizzato che sia primo di errori e che, purtroppo, cerchi di limitare sempre di più l’uso della persona fisica. Non sappiamo per quanto tempo debba ancora esserci un corriere che ci consegna le cose, in Italia sicuramente ancora per molto tempo, mentre negli Stati Uniti d’ America i test in tal senso sono praticamente all’ordine del giorno da parte delle grandi aziende.

Amazon Scout è quindi l’ultima grande invenzione della società di Seattle che proverà a consegnare alcuni prodotti in maniera totalmente autonoma recandosi direttamente all’indirizzo selezionato. Il suo funzionamento sarà basato sullo sfruttamento di un motore elettrico di cui, ad oggi, non è stata dichiara l’autonomia di percorrenza e di ben sei ruote di movimento in maniera tale da non rimanere eventualmente incastrato nei più classici dei marciapiedi. Come funzionerà il metodo di consegna? Una volta che Amazon Scout sarà in strada, egli consegnare solamente in una fascia oraria precisa e stabilita oltre che in una ulteriore fascia di giorni. Nello specifico Amazon ha scelto, per il momento, di far funzionare questa tecnologia solamente dal lunedì al venerdì e con consegne durante l’orario in cui c’è luce, ergo niente consegne ai tramonti o all’imbrunire. Perché? Probabilmente per una questione di sicurezza e di facilità d’uso del robot.

In realtà va detto come sembra non trattarsi di un prodotto interamente di Amazon. Infatti i più attenti ed attivi nel settore hanno notato subito una cerca somiglianza con il prodotto mostrato al mondo dalla società chiamata Starship Technologies. Per chi non la conoscesse si tratta di una azienda di origini estoni che è entrata in questo settore prime come startup per poi iniziare a lavorare con i grandi colossi del mercato. Amazon Scout dovrebbe quindi essere il primo grande progetto per questa società che non ci ha messo molto poi a riferire e confermare alla stampa il suo coinvolgimento in questo progetto.

Ok tutto bello, ma quando arriva? A differenza degli altri esperimenti pazzi a cui abbiamo assistito in questi anni, Amazon sembra realmente intenzionata a portare Amazon Scout sul mercato. Si dice possa arrivare realmente molto molto presto, ma non sono stati dati ulteriori dettagli su questo fronte. Purtroppo non si hanno nemmeno notizie su una potenziale aggiunta di prezzo su questo genere di servizio o se invece verrà integrato direttamente nei costi di Amazon Prime  vista la sua limitata area di funzionamento che sembra possa avere almeno in questa prima fase.

Attendiamo dettagli pur sapendo che in Italia, per ora, tutto questo è ancora un grande miraggio.

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.
SEGUICI E RESTA AGGIORNATO!
 
close-link