Amazfit Verge: una volta provato non si torna indietro – Recensione

di Luca Crocco 0

Il mondo degli indossabili è sempre più vasto, tra smartwatch, sportwatch e smartband. Ma Amazfit Verge riesce ad inglobare dentro di se le caratteristiche principali di tutti questi prodotti.

Design

Partiamo come sempre dal design. Amazfit Verge è costruito in plastica per quanto riguarda la cassa, e in silicone per quanto riguarda il cinturino. Disponibile in 3 colorazioni, ossia: Nero, Bianco e Blu, vale a dire quello proposto in recensione. Saltano subito agli occhi i dettagli arancioni sulla cassa, come le tacche che vanno a contrassegnare l’orario, o il pulsante Home fisico alla destra della cassa. La parte inferiore del corpo di Amazfit Verge è in colorazione grigia. Io personalmente non ho apprezzato questa interruzione di colore, ma ci si fa presto l’abitudine. Sotto la cassa, troviamo il sensore per la misurazione dei battiti cardiaci e i pin che consentono il collegamento magnetico tra l’orologio e la base di ricarica, i quali non sono rivestiti in oro, dunque la loro durata dovrà essere studiata accuratamente. Il cinturino in dotazione invece è in silicone, molto morbido e solido, peccato che trattenga un po’ troppa polvere. Sull’anellino per chiudere il cinturino è presente un “dentino” che va ad infilarsi nei buchi del cinturino per far si che l’anellino non vada a spostarsi durante l’utilizzo. Sotto al cinturino vediamo degli appositi inserti, che ne permettono la sostituzione. Grazie a questo cinturino anche l’indossabilità è davvero ottima, nonostante la cassa dell’orologio non sia poi così piccolina.

Schermata 2019-01-23 alle 11.58.48 Schermata 2019-01-23 alle 11.54.51 Schermata 2019-01-23 alle 11.57.18

Display

Il display di questo Amazfit Verge è un pannello da 1,3 pollici con risoluzione di 360 pixel di diagonale. Parliamo uno schermo circolare in tecnologia AMOLED, il quale regala colori sempre molto intensi e massima visibilità. Perdiamo il display transflective che ne garantiva la visibilità anche in stand-by, ma c’è la possibilità di attivare una modalità a basso consumo anche a schermo bloccato, anche se non vi consiglio di utilizzarla dato che di giorno farete fatica a vedere l’ora in questa modalità. l’orologio si attiva quando ruotiamo il polso, non sbaglia mai e il display si accende senza dare all’utente la possibilità di interagire con esso. Per usare Amazfit Verge bisognerà dare due colpetti secchi e decisi sul display. In oltre abbiamo luminosità è automatica e si può regolare la sua intensità.

Hardware

Abbiamo una CPU dual core, 512 MB di RAM, 4 GB di memoria interna e una buona connettività. Abbiamo il Wi-Fi monobanda, il Bluetooth 4.2, il GPS e anche il GLONASS. È presente anche l’NFC, ma non sfruttabile ancora nella versione internazionale. Punto di forza è sicuramente la presenza di microfono e speaker che permettono di fare conversazioni telefoniche direttamente dall’orologio, sempre che questo sia connesso allo smartphone. Ho fatto qualche telefonata dal polso e l’interlocutore ha definito l’audio che ascoltava come quello del vivavoce di uno smartphone, di tanto in tanto c’erano dei ritorni di voce, ma tutto sommato è stato utilizzabile. L’audio riprodotto dal Verge invece è un po’ bassino, e questo problema vi obbligherà a tenere il polso vicino l’orecchio se siete all’aperto. In ufficio invece, sono riuscito ad effettuare telefonate mentre scrivevo al pc, senza allontanare le mani dalla tastiera.

Software

Attualmente Amazfit Verge ha un software in lingua Inglese e Cinese, per forza di cose l’inglese è stata la mia scelta, ma questo non ha compromesso l’utilizzo generale dello smartwatch. Sembra però che in futuro arriverà anche la lingua italiana, e il supporto ad Alexa. Non si hanno notizie per Google Assistant invece. Il software è super stabile, e molto simile ad Android Wear, anche nella grafica, il menù principale ospita le voci:

  • Passi
  • Battito cardiaco
  • Sport
  • Sonno
  • Attività
  • Telefono
  • Musica
  • Meteo
  • Sveglia
  • Timer
  • Bussola
  • Cronometro
  • Impostazioni

Dunque un menù molto curato. Sono altrettante le voci sotto le Impostazioni, le quali permettono di gestire le connessioni, cambiare la lingua, il formato dell’ora, attivare la modalità non disturbare o quella aereo. Regolare la vibrazione, il volume e la luminosità del display. Inoltre si può attivare il doppio tap per attivare il display, gestire la lock screen, cambiare le watch face e molto altro ancora…

Tra le attività sono presenti camminata, corsa, bici, corsa indoor, bici indoor, salto della corda, ellittica, scalata, trial, sci, tennis e calcio. Non è previsto invece il nuoto. Per questo l’orologio non è totalmente impermeabile ma resiste solo a spruzzi d’acqua e sudore.

Molto carina la schermata di misurazione del sonno, che può essere visualizzata dall’applicazione dedicata, ma anche direttamente dall’orologio. Nel secondo caso mostrerà meno dati rispetto al primo caso per forza di cose, ma per uno sguardo rapido alle ore totali dormite, alle ore di sonno pesanti e quelle leggere è davvero ottima.

Batteria

Come detto all’inizio, Amazfit Verge prende le peculiarità di uno smartwatch, di uno sportwatch, di una smartband e le mette tutte insieme. L’interfaccia di questo orologio è graficamente curata come quella di uno smartwatch, così come il comparto notifiche (anche se non si può interagire con esse), risulta essere molto preciso nella misurazione del battito cardiaco, dei kilometri trascorsi e delle kalorie bruciate come gli sportwatch e più blasonati. Ed In fine, la batteria. La batteria di Amazfit Verge convince, non stiamo parlando di un’autonomia simile neanche lontanamente rispetto a quella della Mi Band, la quale copre almeno un mese di utilizzo con una sola carica. Ma questo orologio tutto fare riesce a garantire da un minimo di 5 giorni ad un massimo di 8 giorni di utilizzo con una sola ricarica grazie al modulo da 390 mAh, alternando l’utilizzo e non tenendolo sempre connesso allo smartphone.

Prezzo e Disponibilità

Amazfit Verge è già acquistabile sullo store Mastmen.net a 169 Euro in tutte e 3 le varianti di colore. Vi ricordo che Mastmen offre 24 mesi di garanzia su tutti i prodotti, spedizioni in 24/48 se provenienti dall’Italia e in 5/7 giorni se provenienti dalla Cina, supporto diretto tramite Facebook, Telegram, Instagram ed Email. E per non farci mancare nulla, lo store accetta anche pagamenti PayPal, quindi potete andare sul sicuro! Inoltre utilizzando il Coupon “TEEECH5” avrete un piccolo sconto per qualsiasi acquisto sullo store.

7.8

Amazfit Verge è lo sportwatch più completo che potreste comprare al momento. Bello esteticamente, ben costruito, con un ottimo display e una batteria migliore rispetto a quello che potevamo aspettarci. Ha qualche piccolo difetto, ma per il prezzo di vendita, possiamo tranquillamente passarci sopra.

Design
8.0
80%
Display
8.0
80%
Hardware
8.0
80%
Software
7.0
70%
Batteria
8.0
80%

Pro

Economico
Bellissimo Display
Buona Autonomia

Contro

Non Impermeabile
Non si può rispondere alle notifiche
Audio un po' basso

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.
SEGUICI E RESTA AGGIORNATO!
 
close-link