Amazon Echo Auto: ufficiale Alexa per le auto!

di Francesco Siciliani 0

Finalmente Amazon Echo Auto è pronto per il commercio. In USA partono le spedizioni del gadget che porta Alexa all’interno delle autovetture e che sfida CarPlay e Android Auto, sotto un certo punto di vista.

“Alexa, facciamo un giro!” No, non si tratta di guida autonoma o di comandi vocali avanzati ma di un sistema aggiuntivo per l’infotainment in auto, marchiato Amazon.

Amazon Echo Auto è finalmente pronto ad arrivare nelle autovetture degli utenti americani, i quali potranno beneficiare dell’assistente di Amazon in auto. La sfida a Siri e a Google Assistant quindi è aperta anche su quattro ruote.

Inizialmente l’idea di Amazon Echo Auto era sembrata esagerata, con ben otto microfoni e pieno supporto alla guida eppure Echo Auto è pronto ad essere spedito ed è in promozione, per un numero limitato di clienti, a meno di 25 dollari, prima di essere reso disponibile per tutti a 49,99 dollari, sempre in USA. La disponibilità completa arriverà nei prossimi mesi, ma non conosciamo eventuali sviluppi per l’Italia.

La domanda in USA è già elevatissima, con più di un milione di richieste per questo assistente per auto, quindi Amazon avrà da lavorare parecchio per accontentare tutti i clienti.

Il dispositivo funziona con le app di terze parti come Google Maps, per esempio, e con diversi servizi musicali come Amazon Music, Spotify, Pandora, SiriusXM ed NPR. Ma diverse app sono in arrivo, come Apple Maps e dApple Music. Questo dispositivo però non funziona con le piattaforme di infotainment in-car come Apple CarPlay o Android Auto, quindi per usarlo sarà necessario fare affidamento allo smartphone, collegato e abbinato. La sfida quindi c’è ma in modo differente e quindi non richiede hardware specifico o aggiornamenti da parte dei produttori di veicoli. Tutto questo potrebbe essere uno svantaggio per chi cerca una soluzione molto più completa come Apple CarPlay e Android Auto ma potrebbe invogliare una moltidutine di utenti, i quali non dovranno fare spese folli o cambiare auto per adattarsi a questo trend.

Come si collega alle vetture? Tramite Bluetooth oppure connettore AUX per l’audio. Inoltre, sono supportate tantissime skills in modo da rendere l’assistente sempre più utile per le diverse esigenze degli utenti.

Discorso a parte va fatto per una nicchia selezionata di produttori, che integrano direttamente Alexa, come alcuni modelli BMW, Ford, Audi e Toyota. In questo caso non sarà necessario alcun gadget aggiuntivo.

Amazon ha però specificato, in una pagina di supporto, quali smartphone non saranno compatibili con Echo Auto. Alcuni modelli di ZTE, HTC, Huawei ed LG non funzioneranno. Ecco la lista degli “esclusi”:

  • ZTE Blade A510
  • LG Nexus 4
  • HTC M8
  • HTC M9
  • HTC Desire 610
  • Alcatel One Touch
  • Huawei Mate SE
  • Alcatel Pixi 4
  • Huawei Honor 4c
  • LeEco LePro3

La domanda che sorge spontanea è la seguente: serve davvero un nuovo assistente vocale in auto che comunque si deve interfacciare con uno smartphone che integra il proprio assistente virtuale, che sia Siri o Google Assistant? La risposta la conosceremo solo scoprendo il prodotto e il suo andamento.

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.
SEGUICI E RESTA AGGIORNATO!
 
close-link