Geoblocking: in Europa lo shopping online diventa libero tra gli Stati membri

di Francesco Siciliani 0

Parte oggi la nuova regolamentazione UE che rimuove il Geoblocking e le barriere che limitavano l’acquisto online tra gli Stati membri.

Il cosiddetto “Geoblocking” è ora archiviato e le norme in materia di acquisti online tra i gli Stati europei diventano più aperte e permettono quindi il libero shopping.

In nome della creazione di un vero e proprio libero mercato digitale, decadono i limiti che andavano, in precedenza, a limitare l’acquisto di beni in paesi differenti da quelli di residenza e gli acquisti con carte estere. Il regolamento in questione è il 302/2018, entrato in vigore a Marzo ma applicabile da oggi, 3 Dicembre 2018 in tutti gli Stati membri UE.

Per gli utenti questa è una grande notizia che va a liberare lo shopping, in tempo per il Natale, anche in altri paesi dell’UE. Ma a cosa ci riferiamo quando parliamo di una grande modifica, che assomiglia a tratti a quella dell’abolizione del roaming telefonico in UE?

Tutto questo porta gli utenti a poter acquistare liberamente beni e servizi in ogni paese dell’Unione Europea senza limiti o blocchi. Le transazioni non verranno più rifiutate e quindi tutto questo porterà gli utenti a poter acquistare beni magari non disponibili nel paese di residenza o servizi disponibili in altri paesi. Non solo, anche le carte di altri paesi verranno accettate senza problemi, sebbene questo non sia mai stato un grosso problema grazie ai circuiti internazionali della maggior parte delle carte di pagamento.

I siti che hanno più versioni a seconda dei paesi potranno essere usati liberamente, così come anche i gruppi che forniscono servizi come il noleggio auto o i biglietti di eventi e concerti. Insomma, la regola parla chiaro e afferma che – come riporta Rai News 24 – per i beni fisici come abbigliamento, accessori o prodotti tecnologici, inoltre, nessun venditore può più rifiutarsi di accettare l’acquisto perché non fa consegne in un Paese diverso dal suo: in questo caso, dovrà trovare un accordo con il cliente, che passerà a ritirare l’acquisto direttamente dal commerciante o se lo farà spedire in una località coperta dal servizio spedizioni del commerciante”.

Tutto questo porta l’acquisto online allo stesso livello dell’acquisto “fisico” in negozio. Infatti, se ci troviamo ad acquistare in un altro paese, nessuno ci dirà di non farlo. Ora tutto questo sarà possibile anche online, a patto che ci si organizzi poi per il ritiro o la spedizione quando non prevista in origine dal venditore di beni fisici.

La Commissione, che ha analizzato il Geoblocking, ovvero la pratica di bloccare o restringere l’accesso ai contenuti in base alla collocazione geografica, ha notato che queste procedure andavano a reprimere la libertà di shopping online dei cittadini europei e ha deciso di riconoscerne la legittimità solo quando viene motivata da reali ostacoli o blocchi ma non quando è tesa a segmentare il mercato. Sostanzialmente, il principio alla base di tutto questo sta nell’impossibilità di bloccare la vendita ad un consumatore che è disposto ad organizzare da solo la consegna nel proprio paese. Non solo: anche la pianificazione di viaggi e trasferimenti diventa così più agevole e conveniente per chi viene da un paese differente, soprattutto per i servizi e i negozi che offrono sconti disponibili solo per chi acquista online e non fisicamente.

Ma attenzione: questa novità non copre i contenuti protetti da copyright come, ad esempio, gli abbonamenti Netflix. Non sarà possibile accedere a cataloghi o servizi diversi in quanto continua a funzionare il principio della territorialità, chiaramente per una questione di accordi. Queste novità verranno discusse tra qualche anno a Bruxelles per permettere a questo settore di espandersi e diventare più comodo e user friendly per l’utente finale.

E voi cosa ne pensate? Questa riforma sbloccherà acquisti che avete sempre voluto fare in altri paesi dell’Unione Europea? Fatecelo sapere nei commenti.

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.
SEGUICI E RESTA AGGIORNATO!
 
close-link