Huawei al lavoro su una propria alternativa ad Android

di Giuseppe La Terza 0

Huawei

Huawei è stata duramente colpita quando il governo degli Stati Uniti ha posto il veto al suo accordo con l’operatore AT & T per commercializzare i propri dispositivi, in quanto ciò avrebbe rappresentato un’importante spinta alle vendite dei loro smartphone negli USA.

Huawei ha negato qualsiasi accusa di spionaggio, ma il produttore è diventato cauto con l’attuale posizione degli Stati Uniti da quando, recentemente, il governo degli Stati Uniti ha anche fatto pressione sui suoi alleati per smettere di usare le apparecchiature prodotte dalla compagnia cinese.

Pertanto, Huawei vuole essere preparato in uno scenario in cui altre grandi aziende come Google potrebbero essere obbligate a continuare sullo stesso percorso. Al giorno d’oggi, la società ha già un’alternativa nell’hardware grazie ai suoi processori Kirin, ma non nel software. Sembra però che l’azienda cinese stia sviluppando un proprio sistema operativo che potrebbe sostituire Android.

Huawei continua a collaborare con Google

In realtà sembra che questa sia più che altro una mossa per non trovarsi nei guai nel caso Google sia costretta a vietare l’utilizzo di Android a Huawei, dato che le due azienda stanno collaborando insieme sul nuovo sistema operativo di Google chiamato Fuchsia OS che proprio recentemente è stato testato su Honor Play. Gli ingegneri di Huawei hanno aggiunto il supporto per Kirin 970 a Fucsia OS e sono stati in grado di avviarlo su Honor Play.

Secondo alcuni rapporti, Google ha ammesso che potrebbero passare ancora alcuni anni prima che il sistema operativo sia pronto per l’uso commerciale.

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.
SEGUICI E RESTA AGGIORNATO!
 
close-link