Facebook: Ban personalizzati per i contenuti della bacheca

di Nikolas Pitzolu 0

Facebook sta mettendo a punto un sistema di Ban che permetterà all’utente di decidere se bannare determinate emoji, parole e/o contenuti dalla propria bacheca.

L’azienda di Mark Zuckerberg è sempre attenta alle questioni legate alla sicurezza. Che lo faccia per motivi aziendali, contrattuali o per altri “nobili” motivi non lo sappiamo viste le recenti vicissitudini ma è chiaro come le modifiche nel tempo ci siano e vengano alimentate da nuove opzioni e tool per la diagnostica di base.

Seguendo questa linea, ecco che Facebook passa al livello successivo implementando la possibilità di gestire come gli altri utenti interagiscono con la nostra bacheca (o Timeline). Ma tralasciando le parole, è molto più semplice capirlo con delle immagini e questa fa decisamente al caso nostro:

L’utente proprietario della propria bacheca può evitare che gli altri utenti scrivano parole offensive, frasi fuori luogo e anche Emoji. Tramite una porzione di comando in cui è possibile scegliere le parole che non devono essere pubblicate, si può aggiungere quello che più ci aggrada e, sopratutto, è come se si stesse utilizzando il tool della moderazione di alcuni Forum.

La cosa interessante è che se una frase contiene una parola bannata, l’utente che la scrive non lo saprà neppure. Semplicemente il suo commento, post, etc non comparirà alle altre persone mentre a noi si, in modo tale da accorgerci se un utente sta infrangendo le regole imposte sulla nostra bacheca e decidere poi che fare. Sicuramente è una funzionalità interessante e che rende ancora più elevata la percentuale di controllo nei confronti del proprio profilo.

Quando verrà resa operativa tale nuova funzione? Per ora non lo sappiamo ma il roll-out è prossimo. Facebook aveva già ufficializzato l’implementazione di questa nuova opzione ma, ora che è stata confermata, sarà presto disponibile agli utenti privati e pubblici, ma anche alle aziende che gestiscono una pagina per far conoscere la propria attività in maniera più completa.

Fonte: AndroidPolice

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.
SEGUICI E RESTA AGGIORNATO!
 
close-link