Qualcomm annuncia il nuovo Snapdragon 670

di Claudio Stoduto 0

A distanza di pochi giorni dalle indiscrezioni che abbiamo visto, ecco che arriva l’ufficialità del nuovo Snapdragon 670 di Qualcomm, un nuovo processore di fascia media che potrebbe stupire tutti.

Questa nuova CPU del produttore americano arriva con lo stesso processo produttivo del precedente Snapdragon 710, l’ultimo processore presentato in ordine cronologico, ovvero i 10 nanometri. In realtà le analogie con il modello appena citato non si fermano affatto qui poiché utilizzano entrambi lo stesso Krio 360 ad otto core con l’unica differenza che consiste nella frequenza di clock a cui è stato bloccato lo Snapdragon 710, 2.0 GHz.

Parlando invece del comparto grafico, il nuovo 670 viene equipaggiato della Adrena 615 che potrebbe indubbiamente essere meno potente delle 616 montata sul modello 710 ma allo stesso tempo performante. In tal senso viene confermato come la risoluzione massima di un potenziale display sia un normale Full HD+ e non il tanto chiacchierato Quad HD+ visto sul modello più potente.

Infine l’ultima nota la dedichiamo al comparto modem dove vediamo anche in questo caso un downgrade generale passando da un modello X15 LTE ad un X12 LTE. La differenza consiste nella velocità massima di connessione da poter raggiunte con il nuovo Snapdragon 670 che arriverà ad un massimo di 600 Mbps in download e 150 Mbps in upload. Viene inoltre confermato il supporto al Dual Sim Dual VoLTE ed al Quick Charge 4+.

A conti fatti parliamo di un processore che sulla carta potrebbe essere molto, molto ed ancora molto interessante. Se già lo Snapdragon 710 ci aveva lasciato in parte a bocca aperta, aprendo un grande punto interrogativo sulle reali potenzialità necessarie di uno Snapdragon 845, questo aumenta ulteriormente lo stupore. Pensare a degli smartphone nel breve periodo con questa CPU potrebbe non essere affatto impossibile. Viene quindi spontaneo chiedersi se tutta questa bontà decantata poi, all’atto pratico, si trasformi in un processore prestante e concreto come il suo predecessore dello scorso anno: lo Snapdragon 660.

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.
SEGUICI E RESTA AGGIORNATO!
 
close-link