Tesla: dopo l’incidente mortale viene meno l’accordo di divulgazione delle informazioni

di Francesco Siciliani 0

Tesla ha quindi deciso di ritirarsi dall’accordo di collaborazione con il Consiglio Nazionale per la Sicurezza dei Trasporti in USA in seguito all’incidente mortale che ha coinvolto un suo cliente il giorno 23 Marzo.

Si torna a parlare di sicurezza stradale relativa alla guida assistita o semi-autonoma. Parliamo di quei sistemi tecnologici che aiutano i conducenti durante la guida quotidiana e che possono fornire una maggiore sicurezza riducendo il rischio di incidenti. Purtroppo lo scorso 23 Marzo si è verificato il tragico accaduto e un possessore Model X si è schiantato perdendo la vita.

Tesla ha inizialmente fornito alcuni dettagli riguardanti le dinamiche dell’incidente e ha mantenuto il patto di collaborazione con il Consiglio.

Il costruttore sostiene che la responsabilità sia da attribuire allo sfortunato conducente in quanto il sistema di guida semi-automatica era stato attivato poco prima dello schianto e che ha chiesto diverse volte al conducente di prendere il controllo del veicolo. Sostanzialmente, nei sei secondi prima dell’impatto, le mani del conducente non erano sul volante.

Ricordiamo che questo sistema, definito Autopilot, richiede una costante attenzione da parte del guidatore che deve tenere le mani sul volante e i piedi sui pedali.

Ora però Tesla si è ritirata dall’accordo con il Consiglio in modo da non divulgare ulteriori informazioni ma ha assicurato il proprio supporto alle autorità competenti per chiarire le dinamiche della vicenda.

Noi vi aggiorneremo non appena ne sapremo di più a riguardo.

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.
SEGUICI E RESTA AGGIORNATO!
 
close-link