Alcatel A5 LED: una TAMARRATA da colpo di scena! – RECENSIONE

di Nicolò Cumerlato 0

I punti di forza dell’Alcatel A5 LED stanno nella personalizzazione software e nell’insolito colpo di scena ad opera della cover a LED posteriore.

Insomma, una tamarrata come poche utile per stupire amici e parenti… e vedremo in che modo ci riesce! Iniziamo subito però con la recensione.

Design & materiali

Lo spessore generoso rovina il feeling generale di questo telefono. Lo si tiene bene in mano (certo è spesso scivoloso) ma risulta piuttosto complicato da utilizzare con una sola mano. Le cornici sono spesse e ciò influisce negativamente sul comfort di utilizzo. Se non altro la cover posteriore rimovibile fa la sua tamarra figura anche mentre i LED incorporati nella scocca sono spenti. Data la natura rimovibile della cover, questa è sostituibile con altre di differente colorazione e tipologia.

Attenti a piccoli urti e graffi! Anche solo 20 centimetri di altezza di caduta possono essere sufficienti per rovinare leggermente questo device.

Nella parte sottostante il display sono presenti i classici tastino soft touch con retroilluminazione (ad eccezione del tasto home centrale) e la fotocamera anteriore è munita di flash LED. Nella parte superiore sono collocati l’entrata jack da 3,5 mm e il secondo microfono, mentre in quella inferiore sono posti lo speaker, l’entrata micro USB 2.0 e il primo microfono.

Per accedere al vano dual nano SIM e all’alloggio per la microSD è necessario rimuovere la cover posteriore.

Hardware

I punteggi nei benchmark sono molto deludenti: su Antutu non si raggiungono nemmeno i 40.000 punti. Non è uno smartphone per chi smanetta dalla mattina alla sera senza sosta, piuttosto è indicato a chi ne fa un utilizzo blando e a chi piace fare “bella figura” con gli amici, per via dei vari LED posti sotto alla scocca posteriore in grado di rendere il tutto più “magico”.

Come processore troviamo un MediaTek MT6753 da 1.5 GHz octa-core e una GPU Mali-T720 MP3, il tutto accompagnato da 2GB di RAM e da soli 16GB di memoria interna espandibili con scheda microSD fino a 32GB. Insomma stiamo parlando di una dotazione hardware appena sufficiente per eseguire le task più pesanti… con tutta la calma possibile ovviamente. Dategli tempo durante i compiti più onerosi e non pretendete rapidità in ogni sua operazione, altrimenti potrebbe bloccarsi per qualche secondo! Il quantitativo di RAM è sufficiente per mantenere in memoria quanto basta per non perdere le modifiche nella ultime applicazioni aperte.

Anche il display è risultato piuttosto deludente: nonostante sia un 5.2 pollici IPS LCD estremamente oleofobico presenta una risoluzione di appena 1280 x 720 pixel. A questo si aggiungono dei neri non ben contrastati e dei bianchi tendenti al rosetta, ma con colori di una buona vivacità.

Software

Il sistema operativo a bordo è Android 6.0 Marshmallow e presenta svariate personalizzazioni grafiche, ulteriormente modificabili dall’utente. Questa è una tra le parti più interessanti di questo device.

Tramite l’app ColorCatcher possiamo, attraverso la fotocamera, catturare i colori dominanti nella scena e utilizzarli per modificare sfondo e colore delle applicazioni. Oppure si possono scegliere temi preconfezionati e gratuiti direttamente dallo store.

Altra importante app è Light Show che consente di personalizzare l’animazione che verrà riprodotta dalla cover a LED posteriore all’arrivo di una notifica, mentre guardiamo video o ascoltiamo musica. Di fatto seguirà l’andamento delle onde sonore per creare una composizione visiva. Come se non bastasse possiamo anche andare a registrare delle composizioni personalizzate e riprodurle a comando. È giusto però chiarire una cosa: non è possibile impostare una composizione personalizzata alla ricezione di una notifica o al manifestarsi di un determinato evento.

Molti altri settaggi vi aspettano però nell’app Impostazioni. Parola d’ordine: personalizzazione!

Fotocamera

La camera posteriore dispone di 8MP con apertura focale pari a 2 e supporto HDR, stabilizzazione digitale e flash Dual LED. La camera frontale invece dispone di 5MP e di un singolo flash anteriore. Foto nitide alla luce del sole, in caso di scarsa luminosità l’immagine risulta molto impastata e non ben definita. Non male il controluce e i selfie non hanno una cattiva resa. Video non estremamente definiti e luminosi, complice anche l’apertura “solo” pari a 2. Non è una caso che gli scatti possano venire mossi in svariate occasioni.

Alcatel A5 LED sample 6 Alcatel A5 LED sample 5 Alcatel A5 LED sample 4 Alcatel A5 LED sample 3 Alcatel A5 LED sample 2 Alcatel A5 LED sample 1

Batteria

Con una capienza di 2800mAh riuscirà tranquillamente a resistere fino a fine giornata con un utilizzo medio. Se però userete l’Alcatel A5 LED più intensamente aspettatevi di dover per lo meno attivare il risparmio energetico. Nel complesso non è stata deludente.

Alcatel A5 LED batteria 3 Alcatel A5 LED batteria 2 Alcatel A5 LED batteria 1

Connettività

Forse l’utilizzo indoor non è il suo forte, ma non si comporta male durante chiamate o navigazione con connessione dati. Dispone di Wifi 802.11 b/g/n e di Bluetooth 4.2 a ridotto consumo energetico. Non è presente l’NFC, ma da un dispositivo di questo tipo lo ci si poteva aspettare. È bene notare che non è munito di giroscopio.

Audio

La qualità audio non è sicuramente la migliore che io abbia mai sentito, anzi. Il volume è elevato, i bassi non sono molto marcati, ma nella maggior parte dei casi l’audio non verrà distorto anche se ad alto volume.

Prezzo

È piuttosto costoso per quello che offre: parliamo di una fascia di prezzo che va da 170 a 200 euro circa. Però non è detto che non possa fare al caso vostro, che ne valga la candela? O meglio… i LED?

6.4

Design & materiali
6.0
60%
Hardware
6.0
60%
Software
7.5
75%
Fotocamera
6.0
60%
Batteria
7.5
75%
Connettività
7.0
70%
Audio
6.5
65%
Prezzo
5.0
50%

Pro

Software

Contro

Prezzo

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.
SEGUICI E RESTA AGGIORNATO!
 
close-link